Ci dai il tuo 5x1000?

Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito.

***

Antoine de Saint-Exupéry



Archivio news

Archivio news > Report ASAPS sulla pirateria stradale, nel 2014 registrati più di mille episodi in Italia

Report ASAPS sulla pirateria stradale, nel 2014 registrati più di mille episodi in Italia

02/11/2015

Pubblicato dell’Osservatorio il Centauro – ASAPS (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) il Report 2014 sulla pirateria stradale che riporta per l’ultimo anno, ben 1.009 episodi di omissione di soccorso.

Nel 2014 le vittime sono state 119 (+4,4% rispetto al 2013 che aveva contato 114 vittime), mentre il numero dei feriti si è fermato a 1.168 (1.224 nel 2013), ma con 56 ingressi in più al pronto soccorso (+4,8%). Tra i soggetti che hanno subito questa tipologia di reato, 152 (15,1%) sono stati gli anziani e 132 (13,1%) i minori. In particolare, 81 minori (55 lo scorso anno), erano nella fascia di età inferiore ai 14 anni, 5 dei quali sono rimasti uccisi (4,2%) e 76 feriti (6,2%). I pedoni continuano ad essere la categoria più vulnerabile, con 410 eventi: 46 i morti (38,6% dei decessi complessivi), e 414 i feriti (33,8%). Infine i ciclisti sono stati coinvolti in 155 episodi, con 24 deceduti (20,2%) e 145 ricoverati (11,8%).

Nel report viene evidenziato che in 114 casi (19,6%) è stata accertata la presenza di alcol e/o droghe, un dato che tuttavia è ancora da considerare in difetto in quanto la positività dei test condotti è riferibile solo agli episodi di pirateria nei quali il responsabile è stato identificato (583 su 1.009). Inoltre, l’identificazione del pirata della strada da parte delle forze dell’ordine, spesso avviene dopo ore o giorni dall'evento, rendendo difficile rilevare lo stato di intossicazione al momento dell’incidente.

Fra le Regioni col maggior numero di episodi di pirateria, l’Osservatorio ASAPS riporta la Lombardia con 141 episodi (15,9%), seguita dall'Emilia Romagna con 105 eventi (11%), per continuare con il Veneto (94), il Lazio (92), la Campania (88), la Toscana (71), la Sicilia (70) e la Puglia (66). In Basilicata invece è stato registrato un solo caso e in Valle D’Aosta due. Nella maggior parte dei casi il pirata della strada è risultato essere uomo di età compresa tra i 18 ed i 45 anni (solo 62 le donne) e tra i motivi di fuga, è stato indicato il timore di perdere punti della patente o il ritiro della patente stessa. In almeno 52 casi infine, è stata accertata la presenza di veicoli con assicurazioni scadute o addirittura false, numero probabilmente sottostimato dalla impossibilità di accertare tutti i casi di omissione di soccorso.

Report ASAPS sulla pirateria stradale, nel 2014 registrati più di mille episodi in Italia

Fonte: ASPAS

Redattore: Staff Dronet

Indirizzo: www.dronet.org

Email: info@dronet.org

[ Link alla notizia ]