Ci dai il tuo 5x1000?

Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito.

***

Antoine de Saint-Exupéry



Archivio news

Archivio news > Nuove Sostanze Psicoattive in Europa, aggiornamento dai Sistemi di Allerta dell’UE

Nuove Sostanze Psicoattive in Europa, aggiornamento dai Sistemi di Allerta dell’UE

02/11/2015

Pubblicazione

Pubblicazione

Titolo originale e autori: New psychoactive substances in Europe. An update from the EU Early Warning System- EMCDDA, Lisbon, March 2015.

Pubblicato dall’Osservatorio Europeo sulle Droghe e le Tossicodipendenze (EMCDDA), un aggiornamento sulle Nuove Sostanze Psicoattive (NSP) in Europa secondo i dati forniti dai Sistemi di Allerta Precoce degli Stati Membri, Italia inclusa. Il report è stato lanciato in occasione dei lavori della 58 ̂ sessione della CND (Commission on Narcotic Drugs) delle Nazioni Unite che si è svolta dal 9 al 17 marzo scorsi a Vienna, e che ha visto la partecipazione dell’EMCDDA a fianco della commissione dell’Unione Europea (UE).

La relazione presenta il panorama del fenomeno tracciato dall’EMCDDA per l’anno appena trascorso, con informazioni provenienti dai 28 Stati membri dell'UE, Norvegia e Turchia. I dati evidenziano una costante crescita del mercato delle NSP negli ultimi anni e il crescente numero di segnalazioni di gravi danni alla salute. In particolare, nel 2014 sono state rilevate 101 nuove molecole identificate per la prima volta sul territorio europeo, ad indicare circa due nuove sostanze psicoattive a settimana e portando ad un totale di 450 NSP attualmente monitorate dall’EMCDDA. Nel 2014, la maggior parte delle sostanze segnalate appartiene ancora una volta al gruppo dei catinoni sintetici (31 sostanze) e dei cannabinoidi sintetici (30), ad indicare una particolare richiesta di mercato Europeo per sostanze stimolanti o analoghe alla cannabis. A queste molecole si aggiungono le fenetilammine (9 nuove molecole), gli oppioidi (5), le triptamine (5), le benzodiazepine (4), le arilalchilamine (4) e 13 altre sostanze di varia tipologia.

La pubblicazione offre dunque una panoramica aggiornata sulla diffusione delle NSP in Europa e rappresenta un importante aggiornamento per i responsabili politici, gli specialisti e i professionisti nel campo delle droghe ma anche per chi semplicemente cerca le informazioni più recenti sulle droghe in Europa.

Redattore: Staff Dronet

Indirizzo: www.dronet.org

Email: info@dronet.org

[ Link alla notizia ]