Ci dai il tuo 5x1000?

Se vuoi costruire una barca, non radunare uomini per tagliare legna, dividere i compiti e impartire ordini, ma insegna loro la nostalgia per il mare vasto e infinito.

***

Antoine de Saint-Exupéry



Chi siamo

L'Associazione

L'Associazione Movimento Fraternità Landris Onlus si occupa di persone con problemi di tossicodipendenza, alcoolismo e disagio sociale.


L’Associazione si è costituita il 27/03/92 ed è stata iscritta al Registro Generale Regionale del Volontariato ai sensi dell’art. 15, L.R.22/93 con il codice BL/0268.


Essendo una ONLUS (organizzazione non a fini di lucro) puoi sostenere direttamente anche tu le attività, del tutto gratuitamente, cliccando sul banner in alto a sinistra.

Con Decreto n.58 del 9 aprile 2015 ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato ai sensi degli artt. 1 e 7 del D.P.R.n.361/2000 e dell'art.14 del D.P.R.n.616/1977 ed è iscritta al n.781 del Registro Regionale Persone Giuridiche


L'Associazione gestisce attraverso un'equipe operativa la COMUNITA' TERAPEUTICA FRATERNITA', struttura accreditata dalla Regione Veneto per l'accoglienza, i programmi di recupero ed il reinserimento sociale di tossicodipendenti/alcoolisti (cat A)


Gestisce anche il SERVIZIO PEGASO per la realizzazione di progetti individualizzati per la fase finale del reinserimento delle persone che hanno già realizzato il percorso in Comunità Terapeutica.


Il ragazzo sentì che esisteva un perfetto accordo fra lui
e quell’opulenza della natura circostante.
Trasse un profondo respiro e fu come se una parte di quell’invisibile
che costituisce la natura avesse permeato l’intimità del suo essere.
Sentiva il fragore delle onde che si frangevano sulla spiaggia
ed era come se il battito del suo sangue giovane
fosse sincronizzato col movimento delle grandi maree.

[da "La voce delle onde” di Yukio Mishima]

In generale


L'Associazione è diretta da un Consiglio Direttivo costituito dal Presidente, Don Cesare Larese De Pol, Vice Presidente, Consiglieri e Revisori dei Conti.


Un gruppo strutturato di volontari affianca il lavoro degli operatori e provvede anche alla copertura dei turni notturni.L’Associazione, nello spirito di volontariato, opera nell’area dell’assistenza e dei servizi sociali, nell’ambito della Regione Veneto.


Persegue le seguenti finalità:

  1. servizio volontario all’uomo, per ogni uomo, senza distinzione, con particolare attenzione agli “ultimi”
  2. offre servizi per la reintegrazione e la promozione della persona umana, stimolandola a scoprire - o a riscoprire- in ciascuno l'individuo con tutti i propri valori materiali, culturali, sociali e spirituali di dignità e libertà
  3. attua il dettato evangelico venendo incontro “adesso, subito e qui” alle esigenze di chi ha bisogno, con la consapevolezza di adempire ai principi cristiani della solidarietà

Il Presidente dell'Associazione

Il Presidente è Don Cesare Larese De Pol è nato a Auronzo di Cadore l'1.10.1960. Ha frequento il Liceo Classico Lollino e proseguito con gli studi teologici al Seminario di Belluno e presso l'Università Gregoriana di Roma (Licenza in Teologia Spirituale e Teologia Morale) fino al 1987.


</div>
Don Cesare Larese, con  il Vescovo di Belluno

Don Cesare Larese, con il Vescovo di Belluno

La prima esperienza pastorale è stata dunque a Roma nei fine settimana, al ritorno in Diocesi invece nella vivace parrocchia di Santa Giustina fino all'estate del '90.

Dal 1990 l'esperienza educativa come Vice Rettore per la Formazione c/o il Seminario Gregorano di Belluno.

Nei dieci anni di ministero presso il Seminario ha insegnato Storia e Filosofia al Liceo Classico Lollino di Belluno e discipline teologiche (Spiritualità e Morale) ai Corsi Teologici del Seminario e presso l'Istituto di Scienze Religiose. Tuttora mantiene l'insegnamento per i corsi di Teologia spirituale.

In quel decennio si è occupato particolarmente della promozione delle Vocazioni di speciale consacrazione. Ha seguito per molti anni (1989 -2000), come assistente, i gruppi della Zona di Belluno degli Scout / Agesci.

Dal 2000 è Parroco di Sedico e successivamente anche di Roe e Bribano.

La Comunità Terapeutica


La C.T. Fraternità è una Comunità Terapeutica di tipo A, cioè una struttura residenziale che per il raggiungimento delle finalità di recupero adotta metodologie di tipo educativo.


Caratterizza il proprio intervento all'interno di una prospettiva di natura pedagogico-riabilitativa; è iscritta al n. 19 di repertorio dell'Albo Definitivo Regionale delle Comunità Terapeutiche (di cui agli articoli 115- 116 del Testo Unico 9/10/90 N° 309, con D.P.G.R. n. 1751 per l'accoglienza, il recupero ed il reinserimento sociale di tossicodipendenti) ed è una struttura accreditata con DGR della Regione Veneto (v. documenti nell'apposita sezione)


L’Associazione e la Comunità Terapeutica aggiornano continuamente la propria fisionomia, sia in relazione alle modifiche legislative sia, soprattutto, alle modifiche del profilo dell’utenza e delle nuove richieste dei Servizi, con cui la C.T. Fraternità lavora in rete e collegamento.

Il percorso personale

Il percorso personale